giovedì 4 dicembre 2008

E se si dice corsa in salita, corsa in salita sia...

Ohhh ieri sera spettacolare allenamento in quel di Castell'Arquato, bellissimo borgo medioevale e città d'arte della provincia di Piacenza.
E su e giù per queste stradine magnifiche (ocio ai ciotoli però) in una atmosfera mistica con un filino di nebbia, roba da ridere per un ferrarese (ovvio) però molto suggestiva. Dopo una ventina di minuti di riscaldamento nella parte bassa del paese cominciano i miei ripetuti tour sulla rocca che nel lontano 1985 fece da scenario al film (udite udite) Lady Hawk.



Dopo il riscaldamento quaranta minuti di corsa un po' più impegnata: spingere in in salita e rilassarsi in discesa per un totale di 250 metri di dislivello, e per finire altri dieci minuti di corsa in piano.

Bello bello, mi sono massacrato gambe e piedi ma mi sono goduto un casino. Sarà la misticità del luogo, boh chi lo sa...

4 commenti:

Lady Hawk ha detto...

a me viene male solo guardando la "salitella" della foto

KK ha detto...

Grande Giovi!dalla prossima settimana mi metto anch'io di buona volontà senno qui il 19 aprile non riuscirò mai a starti al passo!!Intanto questa sera consegnerò a Bellabigo un "dono" per te, non si sa mai riesca a distrarti dagli allenamenti!!Tanto non starò al tuo passo comunque!!Vabbè dai, mi apsetterai al traguardo!!:-)))

actionman ha detto...

Hi gio welcome back
Andrea

Anonimo ha detto...

Grande G'nes,
ma da buon Premsàn, devo bacchettarti: il castello da te citato nel riferimento cinematografico è quello di Torrechiara, in provincia di Parma. anche lì troveresti un bello strappo al 16% (asfaltato xò), nonchè una bona trattoria da basso.
Così mi sento molto "Ghirba"...;-)
P1