giovedì 9 luglio 2009

Lava, corri e asciuga

Devo fare il bucato, ma devo anche andare a correre quindi? "Beh as fa tut". Animato da una strana vitalità degli ultimi giorni decido di provare questa nuova multidisciplina con un combinato un po' fuori dalle righe(che in realtà alla fine risulterà molto naturale) non disponendo di lavatrice nel loculo dove vivo (vedi post).


Arrivo alla lavanderia self selrvice LAVA PIU' di Fiorenzuola nel tardo pomeriggio vesto i panni del podista, prendo tutta la biancheria la "stipo" tutta dentro la lavatrice num. 2 (bianco, rosso, blu, rosa, verde, jeans, nero.. allegria). Imposto un bel programmino "mix" e premo START. Il timer segna 48 min alla fine. Bene, si parte per 48 minuti di corsa. Mi dirigo verso il collaudatissimo "giro di Baselica" (che guardacaso volge a NORD... chi vuol capire avrà già capito), hop hop entro nel circuito coi km segnati... benebene le gambe girano come il cestello con dentro i miei panni, qualche dubbio sulla commistione cromatica resta in testa, ma non demordo e tengo un buon passo per lo stato di forma del periodo. Rientro puntuale come un orologio svizzero alla lavanderia col crono che segna 47'35''... et voilà. Fatto! La lavatrice Num. 2 ha finito prendo tutto il bucato lo metto nella asciugatrice Num. 6, scatto foto commemorativa e fra gli occhi allibiti di qualche "arzdora" mi faccio 4 allunghi lungo la via e una decina di miuti di "streccin".
Tempo tototale lava-corri-asciuga1h02m.
E così ad occhio: bucato intatto.


3 commenti:

Bellabigo ha detto...

ma sei un mito... un mito.... quando ho finito di ridere te lo dico :D

KK ha detto...

sei un grandissimo!|mi sto piegando dalle risatre!!ah ah!!:-))

actionman ha detto...

niente da dire questo ragazzo è come il buon vino,migliora con gli anni sei un grande!A proposito mi sembra che dopo un periodo oscuro tu stia veramente tornando come ai bei tempi.Ciao