martedì 3 giugno 2008

Cortina Dobbiaco Run

Ahhhh Covtina è sempve Covitna neh!?!


Arrivo "nella perla delle Dolomiti" venerdì 30 maggio dopo un viaggio lungo e piovoso. Chiara ed io decidiamo di effettuare il primo "carico energetico super fitness" nella mitica birreria Hacker Pschorr House di Cortina.


Al sabato il meteo non è dei migliori e purtroppo devo a malincuore rimandare il tappone dolomitico che mi ero prefissato. Opto per una sgambatina verso il passo Falzarego e al rientro sosta fotografica presso il bellissimo B&B in località Ronco dove alloggiano i sempregiovani e gentilissimi ChiaraG e Bellabigo. Prendiamo accordi per un dopo cena a base di tisane corroboranti e disintossicanti.


E così nel dopocena presso il risto-pizza-bar del Camping Cortina tra un gelato alla vaniglia, un vin brulè, un Montenegro e uno Jagermeister la serata passa magnificamente e le strategie per la gara del giorno dopo, seppur un po' annebbiate si mettono nero su bianco: "ci vediamo alla partenza e quel che sarà sarà".

E' domenica mattina, il sole splende alto e il cielo è bello blu. Ottimo! Arrivo alla partenza in centro a Cortina e scopro che non ci sono i bagni. Male! Corricchio verso la stazione delle corriere vedo una fila chilometrica di podisti con tanto di carta igienica in mano e dico:"ok, trovato". Ore 9:25 ritorno in zona partenza incontro Bigo e qualche podista ferrarese. Circa 1 minuto per fare "streccin" e capire da che parte si corre e BUM, lo sparo.

Stefano ed io siamo in coda a tutte le 2500 persone, con molta determinazione e aggressività ci dirigiamo verso lo striscione del via, la gara è già partita da circa 2 minuti e la tensione, come si può vedere dalla foto sottostante si dipinge sui nostri volti.


I primi chilometri sono lento, faccio fatica a superare le persone perchè la strada è molto stretta e i podisti sono tanti e fitti. Mi ci vorranno circa 4-5 km per mettermi al mio ritmo. Arrivo al 14esimo chilometro e dopo una fulminea sosta pipì finalmente si scollina. Vrruuummm in discesa si corre che è un piacere. Segno dei bei chilometri agili e veloci.
L'arrivo a Dobbiaco rispetto all'edizione del 2005 alla quale avevo partecipato precedentemente è stato spostato nei pressi della stazione ferroviaria, il percorso è esattamente lungo 30km. Arrivo bene e con ancora tanta birra in corpo (in tutti i sensi). Contento per come ho gestito la fatica.
Sul traguardo mi aspettavo ChiaraN a tifare e invece chi mi ritrovo?
Actionman che mi incita alla grandissima. Grazie Andrea!
ChiaraN tranquillamente adagiata sulle margherite del prato a lato del traguardo a prendere il sole. Di seguito mi farà i complimenti e mi dirà che non mi aspettava così presto. Lo prendo come un fatto positivo.
A seguire un ottimo speck&salsiccia&formaggio party.
Questa corsa in montagna rimane una delle mie preferite. Paesaggi unici e percorso interamente nel bosco dove si ha la possibilità di dimenticarsi sia delle automobili che del traffico.

4 commenti:

Pol ha detto...

mhhhh, quella maglietta mi sembra di riconoscerla!
Pensa che l'hanno data pure ad uno che ha fatto un bagnetto di un'oretta scarsa.....

p.s. Bellagovo!

Bellabigo ha detto...

che ridere.. ma che ridere... bravo Gio' ottima prestazione... anche se ti sei espresso meglio a tavola :-) ebbravogovo

AME ha detto...

bravo govons ormai sei pronto per il battesimo IM !:-)

actionman ha detto...

è stato un piacere, ancora bravo ciao