giovedì 8 luglio 2010

E anche la prova foratura è fatta

Mercoledì, come si suol dire si ammazza la settimana. Parto dal mio loculo di Roveleto sono le 17.50. In programma più o meno lo stesso chilometraggio di domenica ma questa volta mi impongo un percorso circolare con scollinamento anzichè il solito avanti e indietro. Tutto fila liscio e sono in tabella di marcia per tornare a casa ad orario decente. Passo la località di Morfasso e inizio l'ultima salita. Mancano circa 2km poi è fatta, nell'Ipod la playlist dei Credence Clearwater Revival confezionata appositamente da un amico.




Ed esattamente nel punto indicato dalla freccia rossa sul percorso: PSSSSSSSSSSSSSSHHHHHHH! Buco il pneumatico posteriore. Bene, più lontano da casa di così non potevo essere. Sono esattamente le 19.42. Vabbè pazienza! Armato di buona volontà cambio la camera d'aria e CARRAMBA che sorpresa ho le bombolette, ma non ho con me la valvola per usarle, è nell'altra bici. Per fortuna però la mitica Basso Viper è una "bici di una volta" di quelle con la pompetta incastrata a lato del cannone. Hop Hop, gonfio come posso la ruota, così faccio anche un po' di braccia e riparto, sono le 19.52... praticamente un tempo da T2 veloce :-)...



Scollino e discesone. Mangio una fetta biscottata, e intanto penso che la semifinale della coppa del mondo Germania-Spagna è iniziata e mi spiego perchè per strada non c'è più nessuno e sono solo.


Arrivo a casa alle 21.00, fortuna che è estate e c'è ancora luce. Allora i buoni propositi sono: camera d'aria di scorta nuova, valvola da tenere anche su questa bici e fanale. E se mi preparassi per un randonee? Boh...

1 commento:

Bellabigo ha detto...

Beh, i Creedence danno carica, il tempo record del cambio camera d'aria ne sono una conferma....