lunedì 7 gennaio 2008

C'erano una volta...


<<...i Tre Moschettieri, ovvero una perfetta e gioiosa macchina da guerra che tra le imprese più prestigiose annoverava la conquista dell'Isola d'Elba (elbaman) in una splendida domenica di fine Estate.

In rigoroso ordine di apparizione:

Piero, il giovane: ovvero il futuro, la vita di fronte a sè ma anche il presente (cazzo che due frazioni! Solo se in squadra con i suoi compagni riesce a tenere a bada il male oscuro che lo accompagna quando gareggia da solo: la madre di tutte le pitone!) e finanche il passato -chi può annoverare contemporaneamente nel proprio palmares la partecipazione al triathlon di Palermo nonchè l'organizzazione della "ChupitoRuneventodelsecolo"?

Pol, il vec..... ehm l'esperto: il passato ovviamente, ma anche un presente a cui aggrapparsi con le unghie ed i denti in culo ad acciacchi vari. Per quanto riguarda il futuro, beh meglio non farsi troppe illusioni ma finchè esisteranno amici così che lo sopportano, una piccola speranza per qualche nuova impresa sarà sempre viva!.

Govons, il maturo: sul presente una parola è poco e due sono troppe, sul passato una è di troppo, ma due sono poche. Il futuro per lui inizierà il 14 luglio 2008.

Tutto sembrava perfetto, in apparenza non si poteva chiedere di più ma..... cazzo, dove è D'Artagnan?

E allora citazione colta, guarda caso tratta dal film "Amici miei" atto primo.

Definizione di genio:

"Che cos'è il genio? È fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità di esecuzione"

E come definire la performance di Bellabigo tra il primo ed il secondo giro?
Fantasia, intuizione, colpo d'occhio e velocità di esecuzione appunto! ...>>


Nota:
queste parole sono frutto dell'abile penna dell'amico POL




2 commenti:

Pol ha detto...

Io nulla so: non vedo, non parlo e non sento....

p.s. vi voglio bene

Bellabigo ha detto...

La maestria compositiva non poteva che essere di Speed Pol... grazie a tutti ragazzi! Un altro bellissimo momento trascorso insieme.