lunedì 7 gennaio 2008

I GRANCHI AVIATORI SPOPOLANO A CALDERARA

Di ritorno dalle vacanze Natale-Epifania 2007/2008 posto immediatamente il resoconto della staffetta di San Silvestro in quel di Calderara di Reno (BO).

E' lunedì 31 dicembre mattina, l'aria è frizzante temperatura intorno ai 2 gradi sopra lo zero i "4 moschettieri" si apprestano a correre gli ultimi chilometri del 2007.

Come ormai detto e ri-detto si tratta di una maratona a staffetta da correre in 4 quindi 10550 metri a testa, ma ragioni logistiche sbilanciano le distanze dei frazionisti, costringendo così a percorrere poco più di 9km al sottoscritto e quasi 11km ai restanti impavidi corridori.

Ore 9:00 i primi preparativi all'interno del palazzetto nei pressi del traguardo:



Ore 9:30 e inizia la mia frazione: corro bene i primi 4km poi comincio a capire che il ritmo di giornata non è quello impostato da subito, meglio rallentare un po' (notare come sbuffa la locomotiva).


Intanto nei pressi del traguardo comincia l'attesa per il secondo staffettista:



Arrivo e cambio da manuale immortalato con grande maestria e con tempismo perfetto da Bigo.


Il secondo frazionista sembra volare sul percorso e si beve con grande facilità i chilometri spettanti.


Secondo cambio, e parte il velocissimo Piero che come era prevedibile in caso di NON pitona (ecco questo magari era meno prevedibile) firmerà la prestazione migliore del team.




Passaggio al traguardo e via sempre più forte.


Intanto in zona "passaggio testimone" ricomincia il fermento tant'è che Bigo si improvvisa in un monologo in strettissimo dialetto "Bolonneise" (bolognese), peccato non avere una registrazione.


Ed ecco il momento che rimarrà negli annali delle genialate e che renderà indimenticabile questa giornata:

il passaggio di Bigo che decreta insindacabilmente che "o le cose si fanno alla grande o è meglio restarsene a casa". La sequenza:

- foto a sinistra: Bigo in lontananza, Pol sulla sinistra con piatto di pasta e forchetta in mano, qualcosa brilla nella mente di Bigo (vedi post "c'erano una volta...")

- foto a destra: scattata qualche secondo dopo, la mano si allunga verso il piatto con la pasta, e Bigo si rifocilla con fusilli al pomodoro al passaggio tra il 5° e il 6° chilometro.


E infine l'arrivo: 2h55m52s!



4 commenti:

KK ha detto...

siete stati fortunati che io non ho corso con voi!!!sennò non avremmo mai finito sotto le 3 ore!!:-)

KK ha detto...

@bellabigo:sei un mito!!

Bellabigo ha detto...

Spettacolo Govons! Un altro grande momento sportivo...

AME ha detto...

per quello che bigo ha calato il ritmo nel secondo giro perchè il sangue invece che dirigersi verso i quadricipiti veniva veicolato nello stomaco per digerire i fusilli.
GRANDE bigo !