giovedì 8 maggio 2008

L'ortica

Predilige luoghi umidi e ricchi di azoto meglio se ombrosi. Foglie grandi ovate e opposte, lanceolate seghettate e acuminate. I fiori femminili sono raccolti in spighe lunghe e pendenti e sono verdi mentre i fiori maschili sono riuniti in spighe erette.
Fiorisce da maggio a ottobre.

Foglie e fusti sono ricoperti da tricomi (peli) contenenti una sostanza urticante. Quando si sfiora la pianta l'apice dei peli si rompe e ne fuoriesce un liquido irritante formato principalmente da acetilcolina, istamina, serotonina e probabilmente acido formico.

Può essere usata come alimento ed è voce comune che i germogli siano ottimi nei risotti o nei minestroni ma anche nelle frittate. Contiene vitamina C, azoto e ferro. Utilizzata come pianta medicinale anche dai Greci con proprietà antidiarroiche, diuretiche, cardiotoniche e antianemiche. Nel medioevo veniva utilizzata fresca per curare gotta e reumatismi con il veleno dei suoi aculei. Sempre nel medioevo veniva battuta e sfibrata per essere usata per tessere stoffe simili alla canapa o al lino.

Ma perché tutta questa tiritera sull'ortica?
E si che volevo scrivere qualcosa sull’allenamento di corsa di ieri sera…

Eppure un legame tra le due cose c’è!
Eh si, è proprio vero che certi allenamenti lasciano il segno…


3 commenti:

Bellabigo ha detto...

l'ortica... quanti ricordi... era il mese di Aprile 2006 quando, correndo la mia prima maratona di Sant'Antonio mi accovacciai al 32° tra le erbe alte dell'argine che porta verso Padova... ripresa la corsa avvertii un bruciore diffuso alle natiche: tra le alte erbe sicuramente erano celate fresche ortiche...

AME ha detto...

certo che sei il post voleva essere esplicativo delle proprietà officinali dell'ortica sei arrivato puntualmente tu a mandarlo in vacca ....anzi in cacca :-)

KK ha detto...

vabbè dai, giriamola sul buono....aahhh il risotto con le ortiche!!buonissimo!Magari queste erano le vere intenzioni di govotones....dopo l'allenamento unbel risotto con le ortiche!!